Commercio equo e solidale, Spinelli: "Presto percorso per aggiornamento legge Toscana"

2' di lettura 26/03/2022 - Sarà presto avviato un tavolo tecnico per la revisione e l’aggiornamento della legge regionale sul commercio equo e solidale in Toscana. Lo ha annunciato l’assessora regionale alle politiche sociali e alla cooperazione internazionale Serena Spinelli intervenendo al convegno su “Le regioni e il commercio equo e solidale".

“Nel 2005 la Toscana fu tra le regioni apripista, con una specifica norma regionale – ha evidenziato l’assessora – dopo 17 anni è quindi importante riprendere un percorso di condivisione e confronto, nel quale tenere conto anche dei più recenti sviluppi e obiettivi legati ai principi di equità e sostenibilità. Come primo passaggio predisporremo un tavolo tecnico con le realtà interessate per valutarli insieme".

Nel corso del convegno, moderato da Cristiano Lucchi, e cui hanno partecipato Duccio Facchini, direttore di Altreconomia, Gaga Pignatelli, del coordinamento e advocacy di Equo garantito, e Marco Bindi del coordinamento toscano di Botteghe nel mondo, l’assessora ha evidenziato il valore del commercio equo e solidale:

“Anche il convegno di oggi fa parte di un progetto di sensibilizzazione rispetto alle attività e alle opportunità del commercio equo e solidale, che abbiamo promosso come Regione e realizzato dalla rete delle Botteghe del mondo in Toscana. Una rete che rappresenta uno strumento prezioso di consapevolezza e di conoscenza su tematiche fondamentali che, a partire dal cibo e dai prodotti che compriamo, si legano ai diritti dell’uomo e dell’ambiente. Esse sono funzionali anche ai percorsi di cooperazione internazionale che attiviamo, perché sono dei punti di incontro e riflessione sulla società attuale e le problematiche socio-economiche connesse alle relazioni tra il sud e il nord del mondo”.

In Toscana si contano oggi oltre 15 botteghe del commercio equo e solidale intorno alle quali ruotano circa mille volontari. Le botteghe oltre che luogo dove si possono realizzare acquisti etici e praticare un consumo equo e responsabile sono, sempre più, caratterizzate dalle attività socio culturali che realizzano. E proprio in quest’ottica la Regione ha recentemente promosso un percorso di iniziative, incontri, degustazioni, dibattiti, finalizzate a sensibilizzare le persone e le comunità rispetto al valore del commercio equo e solidale, che proseguiranno anche nel mese di aprile.


   

da Regione Toscana





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2022 alle 15:18 sul giornale del 28 marzo 2022 - 138 letture

In questo articolo si parla di attualità, toscana, regione toscana, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cVeQ





logoEV
qrcode