Tunisino latitante da 10 anni arrestato dalla Polizia

2' di lettura 14/10/2021 - Nella notte di martedì scorso la Squadra Volante, impegnata nel servizio di controllo del territorio, ha fermato per un controllo un veicolo con a bordo due uomini.

Entrambi di nazionalità tunisina, uno di loro ha esibito documenti di identità rilasciati dal Belgio, dove ha dichiarato di abitare, una circostanza che ha insospettito gli agenti, che hanno deciso di svolgere ulteriori accertamenti.

Dal controllo è emerso che l'uomo, di 37 anni, aveva diverse generalità ed era ricercato da oltre 10 anni dalle Forze dell'Ordine, in quanto destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse una dal GIP del Tribunale di Pisa e una dal GIP del Tribunale di Firenze, perché ritenuto responsabile di reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, commessi in concorso con altri negli anni 2009/2010 nel territorio toscano.

I documenti sono stati sequestrati e l'uomo è stato arrestato in esecuzione dei due provvedimenti cautelari; prima di essere portato in carcere, però, l'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura ha interpellato le Autorità Giudiziarie emittenti, al fine di conoscere se detti provvedimenti, dopo 10 anni, fossero stati superati da altri, scaturiti dalle successive fasi dei processi.

Il Tribunale di Pisa ha emesso poco dopo un ordine di revoca di misure cautelari, disponendo la liberazione dell'arrestato, ma dalla Corte d'Appello di Firenze è arrivata la comunicazione che il procedimento era stato definito con sentenza di condanna a carico del cittadino tunisino, dichiarato latitante, sentenza divenuta irrevocabile nel dicembre 2019.

Nello stesso pomeriggio l'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Generale presso la Corte d'Appello di Firenze ha emesso un Ordine per la carcerazione a suo carico e l'uomo è stato arrestato, questa volta in esecuzione dell'Ordine di carcerazione definitivo, e portato al carcere di Voc. Sabbione, dove dovrà espiare la pena detentiva di 4 anni e 6 mesi di reclusione.

È attivo il servizio gratuito di notizie in tempo reale tramite i canali Telegram, così come sono disponibili anche le pagine Facebook:
li raggiungerete in un click tramite i link nella tabella sotto.

Regione Telegram Social
Umbria @vivereumbria Facebook
Città Telegram Social
Assisi @vivereassisi Facebook
Città di Castello @viverecittadicastello Facebook
Foligno @viverefoligno Facebook
Gubbio* @viveregubbio Facebook
Orvieto @vivereorvieto Facebook
Perugia @vivereperugia Facebook
Spoleto @viverespoleto Facebook
Terni @vivereterni Facebook

*Per Vivere Gubbio è attivo il servizio anche su WhatsApp (Info QUI): è sufficiente aggiungere il numero 376 0317898 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON" allo stesso numero.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2021 alle 11:14 sul giornale del 15 ottobre 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cojX





logoEV